ultimissime

30/12/2011

ADDIO 2011... E SENZA RIMPIANTI...

                      

nurrawatches

 

L’ anno in corso sta finalmente volgendo al termine. Il 2011, grazie a Dio, ha ormai le ore contate.
Non si può proprio dire che l'anno che se ne sta andando sia stato un anno da ricordare... In effetti noi non solo non lo ricorderemo,o meglio, tenteremo di non ricordarcelo, ma, potete scommetterci, non ne sentiremo di certo la mancanza !
Tra terremoti devastanti, tsunami - ho ancora negli occhi gli sguardi dapprima rassegnati , e poi curiosamente perplessi,  ed infine, drammaticamente terrorizzati dell’ impagabile e coraggioso popolo giapponese quando si rese finalmente conto che quella che stava avvenendo non era una scossa  come le tante altre subìte in precedenza… E poi, immediata, ecco che  rivedo l’ immagine di quella spaventosa massa nera che, come un immondo ed enorme ragno, inarrestabile ed implacabile , trascinava nella sua corsa  da apocalittico play- game, case, alberi, auto e interi palazzi come  fossero minuscoli giocattoli, inghiottendoli  nel suo immenso ventre scuro....- ; e poi le fughe radioattive, le inondazioni,le esondazioni, uragani, incendi, improvvisi risvegli di vulcani silenti da centinaia d’anni e di colpo eruttanti fiumi di lava e di lapilli al cielo, così alti    al punto da arrivare a creare una nebbia fumante talmente densa da coprire per giorni una buona parte  dell’intero globo terrestre ...        

 Ma non basta.  A tutti questi  spaventosi  cataclismi , per ultima – perché non ci siamo proprio fatti mancare nulla… -  si è aggiunta    una crisi finanziaria mondiale che non pativamo più dai tempi del dopoguerra ; una crescente e sempre più devastante disoccupazione ; Borse in caduta libera in ogni angolo del mondo, e un Euro talmente ostico ed antipatico da farci rimpiangere la cara vecchia Lira del tempo che fu, ci  impone di balzare in piedi  e di urlare che non ne possiamo proprio più, e che non vediamo l’ora di toglierci dai piedi questo 2011  del cavolo !!!!!!!
Quindi...

 
                   BUON 2012 A TUTTI , AMICI CARISSIMI

                                   
 Alziamo sorridenti i nostri calici alla nascita di questo nuovo anno augurandoci che il  neonato 2012, cioè colui a cui noi apriamo felici e fiduciosi le braccia per accoglierlo con tutti gli onori e le speranze  in lui riposte, non abbia invece la pessima intenzione di emulare il detestato predecessore , giacché c’è un piccolissimo particolare che  lo riguarda e che io non sottovaluterei totalmente : il 2012  é un anno bisestile ( ! )o  che, peggio ancora, non sia il classico allievo che vuole a tutti i costi superare il  Maestro... perchè  allora sì, amici miei, che sarebbero  veramente affaracci nostri……!!!!!

La “vostra” affettuosa ma sempre indomita
RITA PAVONE
 

Torna indietro